Una giornata sul Lago di Garda

Castello Scaligero sul Lago di Garda

Il Castello Scaligero di Sirmione – Photo by Viviana Rishe on Unsplash

Il Lago di Garda

Il Lago di Garda, o Benaco, è il più grande dei laghi italiani. A sud è circondato dalle colline moreniche lasciate dal ritiro dei ghiacci e, nella parte a nord più alta e stretta, è avvolto da alte catene montuose che gli conferiscono la forma di un fiordo che, proteggendolo, rendono il suo clima particolarmente mite e di tipo mediterraneo.

La dolcezza del clima permette la crescita di una ricca vegetazione costituita prevalentemente da olivi, palme, cipressi, limoni, oleandri e aranci che fanno da sfondo ad interessanti testimonianze storiche e culturali disseminate su tutto il suo territorio. Lungo le sponde sorgono pittoreschi borghi e splendidi lidi che attraggono anche visitatori amanti della vacanza all’insegna del relax, dello sport, del divertimento. Infatti, il Lago di Garda, con le sue acque di colore blu intenso dalle temperature miti e la vastità dei suoi orizzonti, riesce a ricordare a tratti un mare incastonato tra le Alpi e la Pianura Padana.

Concentrandoci sulla parte sud del lago, caratterizzata dalla dolcezza dei pendii e dall’ampiezza dei paesaggi, abbiamo selezionato alcune località o attrazioni assolutamente da non perdere:

Il Castello Scaligero di Sirmione

Situato sul punto d’accesso al centro storico, il castello scaligero di Sirmione è un raro esempio di fortificazione lacustre e una delle più spettacolari e meglio conservate d’Italia. Edificato nella seconda metà del Trecento, il castello prende il nome dalla famiglia della Scala che dominò su Verona e il suo territorio tra XIII e XIV secolo. Oltre alle mura merlate, le alte torri e un ponte levatoio che lo collega alla terraferma, un interessante elemento che lo contraddistingue è la Darsena, ancora in perfetto stato di conservazione, che è stata resa visitabile al pubblico dal 2018.

 

Le Grotte di Catullo – Sirmione

Le Grotte fanno parte di un’area archeologica che conserva al suo interno i resti di una delle più grandi ville residenziali romane dell’Italia settentrionale. Il nome deriva dal Rinascimento, periodo in cui le varie strutture che componevano la villa, ricoperte di vegetazione, ricordavano delle cavità naturali. Il riferimento a Catullo è voluto invece dal fatto che il celebre poeta latino cantò Sirmione come gioiello tra tutte le penisole. Il complesso è situato sull’estremità della punta della penisola di Sirmione in una posizione eccezionale panoramica, dominante il bacino del lago. L’area occupata dalla villa corrisponde a circa due ettari ed è circondata da uno storico uliveto composto da oltre 1500 piante. All’interno è presente un piccolo ma significativo museo che, oltre a raccogliere diverse testimonianze archeologiche relative alla villa, preserva anche altri reperti romani provenienti da Sirmione e dalle zone limitrofe.

 

Isola del Garda

L’isola del Garda è la più grande isola dell’omonimo lago. Si trova a poco più di 200 metri al largo di Capo San Fermo ed è tutt’ora abitata dai suoi proprietari, la famiglia Cavazza. L’elemento più affascinante dell’isola è sicuramente la villa in stile neogotico veneziano, progettata dall’architetto Luigi Rovelli nei primi del Novecento. Ai piedi della villa meritano una visita anche le imponenti terrazze e i giardini all’italiana che scendono gradatamente verso il lago.

Tutto il resto dell’isola è un grande parco ricco di vegetazione che ospita piante locali, esotiche ed essenze rare. Essendo un’isola privata, le visite al pubblico sono concesse dai proprietari solo usufruendo di trasporti e guide private.

 

Il Vittoriale degli italiani

Noto più comunemente come “Vittoriale”, il Vittoriale degli Italiani è un complesso monumentale fatto costruire dal celebre poeta, giornalista e patriota abruzzese Gabriele D’Annunzio a partire dal 1921 nel comune di Gardone Riviera. D’Annunzio scelse questa località della sponda bresciana del lago di Garda perché dopo un suo soggiorno in loco se ne innamorò, e decise di erigere un regno della memoria della propria vita e del popolo italiano. Non si tratta solo di una casa-museo, bensì di un piccolo grande mondo. All’interno, oltre alla casa, vi sono giardini, strade, piazze, corsi d’acqua e persino un anfiteatro. Lo stile della villa è eclettico; ogni area riesce a trasmettere una delle tante sfaccettature della personalità del poeta e custodisce una grandiosa collezione di cimeli: opere d’arte, libri, reliquie, sculture e tanto altro ancora. Quando vi sembrerà di essere stati stupiti abbastanza, il Vittoriale riesce a sorprendere ancora con un autentico aereo SVA, la nave militare Puglia posizionata nei giardini, e un sottomarino risalente alla Prima Guerra Mondiale

Per il Vostro soggiorno

Agriturismo L´Unicorno – Bedizzole

L´Unicorno-hotel-colletion-720×404


Vedi L´Unicorno

Lasciati inspirare dai nostri articoli…

Cortina d’Ampezzo, “la Regina delle Dolomiti”
Una giornata sul Lago di Garda
Golf panoramici a Varese e dintorni
Il Cristo degli Abissi
La Rocca di Angera
Paolo Roversi: Stories
UA-114246863-1'